sabato 22 marzo 2014

Rivoluzione informatica

Diverse aziende stanno investendo su quello che potrebbe essere un salto molto significativo nelle modalità con cui si usufruisce di informazioni e servizi. In questo momento, infatti, al centro di una serie molto vasta di attività c’è il PC, che ha iniziato progressivamente a essere utilizzato anche per scopi differenti da quello di gestore ed elaboratore di dati.
 I giochi 3D, la riproduzione di film su DVD, l’ascolto della musica sono solamente alcuni esempi del nostro utilizzo quotidiano. Ma se al posto del più tradizionale cabinet del PC ci fosse un altro tipo di dispositivo, per esempio un semplice e piatto display? Un palmare con Pocket PC non è certo un’alternativa sensata alle agendine elettroniche (costa molto di più ed è più complesso accedere alle informazioni desiderate).
 Se però provate a pensare al palmare come a un terminale da utilizzare per accedere a informazioni e usufruire di servizi a valore aggiunto, come prenotazioni via Internet, MMS e via dicendo, la prospettiva può essere diversa. Analogamente uno Smart display, monitor “stupido” collegato in modalità wireless (senza fili) a un PC o a un server che viene nascosto in qualche angolo della casa o dell’ufficio, permette di accedere a informazioni e servizi a costi relativamente contenuti, aumentando di fatto il grado di riservatezza dei dati contenuti (non sono ospitati sullo Smart display) e dell’aggiornamento hardware (si potenzia solo il computer a cui è collegato).
 Se invece serve una certa capacità di elaborazione locale, magari semplicemente perché non c’è a portata di mano una infrastruttura wireless, un Tablet PC, cioè un computer in grado di gestire direttamente gli appunti scritti a mano con la penna sulla superficie del display, può risolvere diversi problemi senza dover ricorrere a un notebook.
Tutti questi dispositivi, oltre alla portatilità, hanno in comune un display, anche se di dimensioni nettamente diverse, come fonte principale di interazione con l’utente. Ovviamente occorrono anche altri elementi per poter rendere possibile la cosa e il principale è il software, o meglio, i sistemi operativi, ma sembra che Microsoft si stia muovendo in questa direzione. Il nostro modo di interagire con il PC cambierà molto presto... speriamo a prezzi non troppo elevati!

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari