venerdì 21 febbraio 2014

Una semplice radio FM da inserire nel PC.

Se fino a qualche anno fa il PC era un oggetto muto che al massimo emetteva un bip-bip ogni tanto, grazie al suo piccolo speaker interno, oggigiorno l’audio è diventato talmente importante che un PC senza altoparlanti sembra una vera stranezza.
Se il CD è presente praticamente dappertutto e, diventa sempre più comune anche la ricezione sul computer di programmi televisivi, perché non dovrebbe esserlo una radio? Per chi desidera ascoltare anche sul computer il proprio DJ preferito, Typhoon ha approntato una scheda radio FM senza fronzoli, che si può installare praticamente in ogni PC. La scheda è piuttosto piccola e va inserita all’interno di un alloggiamento di tipo ISA (più lunghi e di color nero rispetto a quelli PCI) a 16 o anche a 8 bit, questi ultimi utilizzati solo sui vecchi computer 386.
L’installazione, a patto di avere un minimo di pratica nell’apertura del cabinet e di destrezza nell’inserire la scheda, richiede solo pochi minuti. Una volta montata la scheda nello slot, si procede a installare il software contenente il programma e i relativi driver dal CD. Collegata all’apposita presa l’antenna flessibile inclusa (che deve essere bene estesa se si vuole una buona ricezione), per ascoltare la radio dobbiamo collegare alla sua uscita un paio di cuffie, degli altoparlanti attivi, oppure utilizzare l’apposito cavetto per collegarla all’ingresso “Line In” della scheda audio del nostro computer, nel qual caso la radio verrà gestita insieme alle altre fonti sonore presenti sul computer.
 L’interfaccia è piuttosto elementare, e funziona come una radio qualsiasi, con sintonia, volume, selezione e memorizzazione delle stazioni, funzione radiosveglia e così via. È presente anche un registratore, che però funziona solo se la radio viene collegata alla scheda audio.
Mancano funzioni sofisticate come il Radio Data System, che permetterebbe di visualizzare il nome della stazione ricevuta. La documentazione è il punto più dolente.
 Tanto per cominciare, la confezione proclama in bella evidenza la presenza di un manuale in ben sei lingue, italiano compreso. Si rimane quindi parecchio delusi quando si scopre che lo striminzito foglietto incluso è, in realtà, solo in inglese, e la stessa cosa vale per la versione elettronica del manuale inclusa nel CD di accompagnamento. Inspiegabilmente la scatola riporta la possibilità di memorizzare sino a 99 stazioni radio, mentre in realtà ne sono disponibili solo 20. Nel corso dell’installazione della scheda ci siamo scervellati nel tentativo di seguire il manuale, che prevedeva la regolazione di alcune funzioni della scheda tramite un introvabile “ponticello” (jumper).
Solo dopo l’ovvio controllo del manuale in formato elettronico presente sul CD, ci siamo resi conto che il manuale cartaceo faceva riferimento ad alcune caratteristiche della scheda in realtà inesistenti. In campo informatico la documentazione acclusa è quasi sempre insufficiente, ma che non sia corrispondente alle caratteristiche del prodotto è davvero imperdonabile. Se l’antenna viene posizionata correttamente, la qualità dell’ascolto è paragonabile a quella di un normale apparecchio radio. Sinceramente però non vediamo molti motivi per voler installare una simile scheda sul proprio computer.
Rispetto a una radio portatile, la scheda non fornisce alcun particolare vantaggio o automatismo in più, e non la si può spostare. In definitiva, una periferica curiosa ma di dubbia utilità.

Giudizio: La scheda Typhoon permette facilmente di installare una radio sul proprio computer, ma non fornisce  alcuna funzionalità in più rispetto a una radio esterna. Pessima la documentazione

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari