martedì 3 luglio 2012

Prestazioni linux


Prestazioni superiori

Prestazioni superiori di linux
Ulteriori benefici si ottengono modificando alcuni parametri di funzionamento del disco fisso, per ottenere un’efficienza di trasferimento superiore. Digitando al prompt dei comandi HDPARM –TT /DEV/HDA si  ottiene la velocità di trasferimento (in megabyte al secondo) in lettura del disco fisso con le impostazioni di default di  Linux. Sovente l’unità in modalità burst non viene sfruttata appieno: per indagare  approfonditamente  basta scrivere HDPARM /DEV/HDA per visualizzare la configurazione di accesso ai dati memorizzati.
Può capitare che Linux acceda all’hard disk in modalità a 16 bit; per abilitare l’Ultra DMA/2 basta  impostare HDPARM –X34 –D1 –U1 /DEV/HDA. Per ottenere le prestazioni massime inserite HDPARM –X66 –D1 –U1 –M16  –C3 /DEV/HDA e verificare le prestazioni con il comando HDPARM –TT /DEV/HDA. Se si ottengono valori superiori a quelli iniziali la modifica è andata a buon fine e  il disco fisso ora opera in modo più efficiente rispetto a  quanto fatto inizialmente da Linux. Non tutte le distribuzioni Linux dispongono di questa utility, che offre diverse altre funzioni interessanti, ma all’indirizzo  metalab.unc.edu/pub/Linux/system/hardware si può scaricare l’applicativo.
Oltre a operare sul disco fisso, si può intervenire su alcuni parametri per ottimizzare l’uso della RAM e far gestire correttamente dal sistema quantità di memoria  superiore al gigabyte. Linux può infatti amministrare fino a 64 gigabyte di memoria di sistema, ma se si dispone di più di 960 megabyte è necessario configurarne
manualmente l’uso, altrimenti viene sostanzialmente trascurata, causando così uno spreco di risorse. Per esempio, qualora si disponga di 1.024 megabyte di RAM, digitando al prompt dei comandi FREE vengono
visualizzati disponibili 960 megabyte.  Per migliorare la situazione basta comunicare al boot loader, il componente che si occupa di caricare e avviare Linux, l’ammontare della memoria presente mediante la primitiva MEM. Se si dispone di LILO inserire nel file ETC/LILO.CONF la riga APPEND-  =”MEM=1024M”, nel caso sia presente un gigabyte. Per dimensioni superiori basta inserire la RAM in megabyte, perciò 2048M corrisponde a due gigabyte e 4096m sta per quattro gigabyte. Se si usa Grub il file da modificare è ETC/GRUB.CONF, aggiungendo il comando KERNEL /BOOT/VMLINUX- MEM  =1024M. In quest’ultimo caso è necessario verificare in boot la versione del kernel presente nel sistema all’interno della cartella /BOOT e riportare la sigla al posto di .

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari